Gli Artisti Del Beat Onto Jazz Festival - PIETRO CONDORELLI

PIETRO CONDORELLI

Nato a Milano il 4 gennaio 1962 ha conseguito un diploma in chitarra classica ed una Laurea in D.A.M.S.
Dal 1980 svolge un intensa attività professionale in Italia e all'estero, prevalentemente in ambiti jazzistici non disdegnando produzioni radio, tv, teatrali e discografiche in veste di chitarrista e arrangiatore...

Details

  • Page views: 15251
  • Date created: 2013-05-19
  • Last updated: 2013-05-21
pietro condorelli - beatonto 2006  - foto lorenzo scaraggi - 0718.jpg

Nato a Milano il 4 gennaio 1962 ha conseguito un diploma in chitarra classica ed una Laurea in D.A.M.S.
Dal 1980 svolge un intensa attività professionale in Italia e all'estero, prevalentemente in ambiti jazzistici non disdegnando produzioni radio, tv, teatrali e discografiche in veste di chitarrista e arrangiatore.
Intrapresa l'attività di freelance ha l'occasione di suonare occasionalmente o per brevi tour con Jerry Bergonzi, Gary Bartz, Gunther Schuller, Urbie Green, Charles Tolliver, Steve Turre, Paolo Fresu, Lee Konitz, Jimmy Owens, Dick Oatts, Steve La Spina, George Cables, Jimmy Wood, Cameron Brown, Maria Pia De Vito, Bon Mover, BillyHart, Bruce Forman ed altre decine di musicisti.
Nel Giugno dell'89 ha partecipato con il proprio gruppo "SONORA ART QUARTET" ad una breve tourneè negli USA organizzata dall'Istituto Italiano di cultura di New York.
Nello stesso anno ha registrato a Boston il primo CD "Sonora" con la partecipazione del sassofonista Jerry Bergonzi.
Dal '94 al '96 ha collaborato con il gruppo AREA.
Attualmente dirige il proprio quintetto con Francesco Nastro, Pietro Iodice, Pietro Ciancaglini e Fabrizio Bosso
Negli ultimi anni ha svolto lavori di ricerca sulle possibilità espressive della chitarra, approfondendo le diversità stilistiche dal jazz al rock, dalla musica etnica al funk.
Dal 2000 dirige l'orchestra jazz del conservatorio S.Pietro a Majella di Napoli Nel 1997 ha vinto il referendum della critica "Top jazz" (Musica Jazz) come miglior nuovo talento.
Nel 1999 dopo l'uscita di "quasimodo" per la Red Records Il referendum di Jazzitalia lo considera miglior musicista dell'anno e "quasimodo" miglior disco

Power by Vsmart Extensions